Come trovare il tuo dentista di famiglia: fattori da considerare

Come trovare il tuo dentista di famiglia: fattori da considerare

È meglio scegliere un dentista di famiglia o un dentista generico?

Partiamo dal dire che entrambi gli specialisti sono professionisti che garantiscono le cure odontoiatriche a chiunque. Ma in questo articolo vogliamo concentrarci sul dentista di famiglia, con cui costruire un rapporto di fiducia duraturo per tutti i tuoi familiari.

Considera che mediamente non tutti i ragazzi al di sotto dei 18 anni prenotano visite regolari dal dentista ogni 6 mesi e che i bambini hanno bisogno di sottoporsi a queste visite odontoiatriche costantemente. Infatti molti si chiedono quando portare i figli dal dentista la prima volta: i problemi dentali e gengivali, purtroppo, possono insorgere anche prima che spuntino i denti.

Per questi e altri motivi scegliere un dentista per tutta la tua famiglia ti permette di seguire i tuoi figli durante tutta la loro crescita, dall’infanzia all’adolescenza.

L’importanza di avere un dentista per la tua famiglia

Il termine stesso ci suggerisce che un dentista di famiglia si occupa di mantenere buona la salute orale di tutti i tuoi familiari.

Se da una parte le cure dentistiche offerte sono le stesse di un dentista generico, dall’altra in un’unica sede puoi ricevere trattamenti odontoiatrici per genitori, figli, anche piccoli, e nonni, anziché portare i tuoi figli da un dentista pediatrico e i familiari anziani da uno geriatrico.

Grazie a un unico studio dentistico, potrai far monitorare la salute orale di tutti i familiari, così da poter scoprire eventuali problemi dentali e ricevere cure preventive e tempestive. Il dentista di famiglia, in questo caso, acquisisce familiarità con la storia dentale e con i problemi più comuni della tua famiglia.

Inoltre otterrai anche una gestione semplificata delle cure dentistiche, fattore da non sottovalutare affatto: pensa al disagio e al dispendio di tempo se dovrai portare i tuoi figli da un dentista diverso da quello generico che ti segue. Con un dentista di famiglia semplifichi le procedure perché potrai prenotare in un unico giorno le visite per i tuoi familiari.

Cosa considerare quando si sceglie un dentista di famiglia

La domanda più frequente è: “Come trovare un dentista di famiglia?”.

Spesso uno dei fattori che portano alla scelta di uno studio odontoiatrico è l’ubicazione: si sceglie il dentista più comodo e soprattutto vicino da raggiungere. C’è chi sceglie lo studio nel proprio quartiere o nei suoi immediati dintorni e chi lo sceglie nei pressi del posto di lavoro. In entrambi i casi è la comodità a influenzare la scelta.

I fattori più importanti restano comunque le qualifiche e la gamma di servizi che offre l’odontoiatra. Leggere le recensioni dei pazienti online aiuta di sicuro nella scelta. E i costi delle cure non sono certo agli ultimi posti fra le caratteristiche da valutare.

Non per ultimo bisogna considerare l’atmosfera stessa dello studio dentistico: siamo certamente più propensi a portare i nostri figli piccoli in un ambiente confortevole e accogliente, in modo che le cure odontoiatriche diventino un’esperienza piacevole e non traumatica per loro.

Un ambiente dentistico adatto ai bambini ha personale cordiale, abituato a lavorare con i pazienti in tenera età, ne conosce le paure e le ansie e sa che tipo di approccio avere nei loro confronti. In un ambiente come questo i bambini saranno più inclini a farsi visitare e curare.

Uno studio odontoiatrico a misura di bambino aiuta i piccoli pazienti a sentirsi a loro agio e stabilirà fiducia e sicurezza, che contribuiscono a migliorare i risultati in termini di salute orale.

Pensa alla serenità che avranno i bambini andando nello stesso studio dentistico dei loro genitori e assistendo magari alle loro cure: tutto questo permetterà loro di rilassarsi e di affrontare i trattamenti con tranquillità.

Costruisci un rapporto di fiducia con il tuo dentista

Questo è senza dubbio il vantaggio principale e maggiore nell’affidarsi a un dentista di famiglia: con il tempo si viene a creare un rapporto di fiducia che coinvolge tutti i membri della tua famiglia, trasformando le visite odontoiatriche in un’esperienza positiva.

I pazienti ne traggono beneficio perché il dentista, conoscendoli, sa come trattarli, che atteggiamento tenere durante i trattamenti – alleviando, se necessario, ansie e preoccupazioni – e stabilendo così un approccio collaborativo.

Il dentista stesso ne trae beneficio perché, grazie alla fiducia instaurata, può lavorare con più tranquillità, ma soprattutto, conoscendo la storia familiare dei membri di una famiglia, potrà monitorarne i difetti dentali e intervenire in tempo.

Le differenze tra apparecchi invisibili e tradizionali

Le differenze tra apparecchi invisibili e tradizionali

Uno dei problemi frequenti che bambini e ragazzi, ma anche adulti, devono affrontare è rappresentato dai denti storti, sovraffollati, da un morso non corretto – quindi arcata dentale superiore e inferiore che non combaciano (malocclusione): in poche parole si tratta non solo di un disagio estetico, ma soprattutto a livello masticatorio.

Denti ben allineati, dritti sono ovviamente il requisito per un avere sorriso perfetto, ma a spingerti a correggere questi difetti ortodontici deve essere soprattutto la possibilità di avere una buona masticazione, da cui dipende anche una migliore salute dell’intero organismo.

Come correggere questi problemi ortodontici ed estetici?

Fino ad alcuni anni fa la scelta obbligata per ogni paziente erano gli apparecchi ortodontici cosiddetti tradizionali: erano di due tipologie:

  • apparecchi fissi, con allineatori metallici applicati ai denti;
  • apparecchi mobili, che dovevi togliere per mangiare, poiché avevano anch’essi allineatori metallici, ma fissati a supporti di plastica che chiudevano parte del palato.

Erano apparecchi antiestetici, che non tutti si sentivano di indossare.

Da quei giorni la scienza ha compiuto enormi passi in avanti e adesso puoi scegliere la soluzione migliore per te.

Scegli fra 2 tipi di apparecchi ortodontici

Vediamo nel dettaglio quali soluzioni si presentano oggi ai pazienti che hanno bisogno di correggere i propri difetti ortodontici.

Sono due i tipi di apparecchi che puoi indossare, ognuno con le proprie caratteristiche, sia funzionali sia estetiche. Vediamoli nel dettaglio.

Apparecchi ortodontici tradizionali, con allineatori metallici

Gli apparecchi definiti tradizionali, perché i primi apparsi in ortodonzia, sono formati da piastrine, realizzate in metallo o ceramica, applicate su ogni singolo dente. Attraverso ogni piastrina viene fatto passare un filo metallico elastico, lungo tutta l’arcata dentale.

Il filo esercita una pressione costante sulle piastrine, spostando e correggendo lentamente i denti. Periodicamente il dentista regola la tensione del filo.

Apparecchi ortodontici invisibili, con allineatori trasparenti

Come avrai capito dal nome stesso, questo tipo di apparecchio ortodontico è formato da allineatori invisibili, realizzati in termoplastica flessibile e trasparente: non ci sono piastrine né fili metallici.

Si tratta quindi di un apparecchio ortodontico molto difficile da identificare, quindi indossato dai pazienti con meno disagio rispetto a quello tradizionale.

Qual è la differenza fra l’apparecchio invisibile e quello tradizionale?

Hai visto quali sono le caratteristiche dei due tipi di apparecchio: quale scegliere?

Parliamo innanzitutto delle differenze fra i due.

L’apparecchio ortodontico invisibile può essere rimosso durante i pasti e per l’igiene dentale: è questa una delle differenze con l’apparecchio ortodontico tradizionale, che invece, come abbiamo visto, è fisso per tutto il periodo del trattamento.

Inoltre gli allineatori invisibili devono essere sostituiti ogni una o due settimane, secondo le indicazioni del dentista, che per l’occasione ti fornirà un set nuovo di allineatori da indossare.

Uno dei disagi dell’apparecchio tradizionale – oltre a essere, appunto, antiestetico – sono i fili metallici, che possono graffiare l’interno della bocca, se si allentano. Questo, ovviamente, non può accadere con gli allineatori di plastica.

Naturalmente molti pazienti scelgono l’apparecchio ortodontico invisibile per motivi estetici: adulti che durante il lavoro sono a stretto contatto con colleghi e clienti preferiscono non avere il disagio di un apparecchio metallico e vistoso.

Ma anche gli adolescenti, che a quell’età sono molto attenti e preoccupati per il loro aspetto, si sentirebbero impacciati e a disagio con un apparecchio ben visibile. Gli allineatori invisibili offrono loro un trattamento ortodontico discreto.

Non è soltanto il sorriso a migliorare, ma anche e soprattutto la propria autostima.

L’igiene orale è più semplice e anche completa con gli apparecchi invisibili, proprio per il fatto di essere rimovibili: quindi permettono di usare il filo interdentale e lo spazzolino per pulire a fondo i denti.

Anche l’igiene dentale professionale è più agevole, e questo ti permette di rimuovere tartaro e placca e prevenire carie dentali e malattie gengivali.

Gli apparecchi tradizionali e invisibili sono entrambi efficaci?

La scelta dell’apparecchio ortodontico è spesso motivata da ragioni estetiche, tuttavia entrambi i tipi di apparecchio sono efficaci per i trattamenti ortodontici. Sarà comunque la gravità del tuo problema a determinare l’apparecchio più idoneo.

Denti storti, affollati, difetti di malocclusione sono problemi che qualsiasi tipo di apparecchio ortodontico può correggere. Tuttavia se si presentano casi molto gravi di malocclusione e denti estremamente storti o non allineati l’apparecchio tradizionale è migliore, proprio perché fisso, potendo quindi esercitare una pressione continua, 24 ore su 24, sui denti.

Prima di decidere se scegliere gli allineatori invisibili o gli apparecchi ortodontici metallici, chiamaci per un consulto senza impegno. Soltanto con un’attenta visita specialistica possiamo decidere insieme la soluzione che meglio si adatta al tuo problema.

Contact Form Demo

Si.. Ho bisogno di maggiori informazioni e vorrei essere ricontattato!

Lascio qui sotto i miei dati e recapiti per un primo contatto telefonico...

Abitudini quotidiane per migliorare la salute delle gengive

Abitudini quotidiane per migliorare la salute delle gengive

Partiamo con una domanda: che cosa fai per migliorare la salute delle tue gengive?

Quando si parla di salute orale, in genere ci si concentra sulla salute dei denti: prevenire la carie, spazzolando i denti dopo ogni pasto, usando il filo interdentale, prenotando due volte l’anno una seduta di igiene dentale e visite periodiche dal dentista per agire tempestivamente se insorgono problemi.

Ma la salute del cavo orale non si limita ai denti: non puoi dimenticarti delle gengive!

Come dai priorità alla dentatura, allo stesso modo devi dare priorità alla salute delle gengive, che costituiscono il supporto strutturale dei denti. Sono anche una barriera protettiva, perché impediscono ai batteri presenti nella bocca di entrare nel flusso sanguigno. Quindi la salute delle gengive è associata alla salute di tutto il corpo.

Assumere abitudini quotidiane per migliorare la salute delle gengive ti protegge dai rischi di malattie gengivali, che si verificano quando batteri e placca si accumulano sotto e lungo il bordo gengivale, arrivando a erodere l’osso mascellare, causare recessione gengivale e perdita dei denti, oltre a causare vari problemi di salute, incluso l’aumento del rischio di problemi cardiovascolari.

Ma c’è di più: di solito la malattia gengivale all’inizio è indolore, dunque chi la contrae non ha idea del problema, finché la condizione non progredisce.

Cosa puoi fare per migliorare la salute delle gengive

Sono tre le azioni che ti permettono ogni giorno di prenderti cura delle tue gengive. Nell’ordine:

  1. usare il filo interdentale
  2. spazzolare i denti
  3. sciacquare la bocca con il collutorio

Usa il filo interdentale ogni giorno

Molte persone non usano quotidianamente il filo interdentale, ma è una delle abitudini importanti dell’igiene orale, perché aiuta a rimuovere la placca e i residui di cibo che restano fra i denti e non possono essere raggiunti dallo spazzolino.

Se lavarsi i denti sempre dopo i pasti è fondamentale per mantenerli sani, usare il filo interdentale è un’azione specifica per le gengive. Il filo interdentale non solo rimuove le particelle di cibo depositate tra i denti, ma riesce a eliminare anche la placca e i batteri che si annidano tra i denti e lungo il bordo gengivale.

Quando il cibo e la placca rimangono in queste aree, possono portare alla formazione del tartaro, cioè un accumulo di batteri che solo il dentista può rimuovere. E il tartaro può portare a sua volta a malattie gengivali.

Considera quindi l’uso del filo interdentale come una parte essenziale per la salute della tua bocca.

Lava i denti correttamente

Lavarsi i denti dopo i pasti può sembrare semplice, eppure sono in molti a spazzolare i denti velocemente senza prestare attenzione, trascurando magari la superficie interna dei denti.

Prima di tutto: devi lavarti i denti non due volte al giorno, ma sempre dopo i pasti, quindi anche dopo la colazione. In questo modo avrai rimosso i residui più grossolani di cibo che il filo interdentale non ha eliminato.

Usa uno spazzolino a setole morbide e un dentifricio al fluoro e spazzola i denti e le gengive con movimenti delicati e brevi. Quest’azione quotidiana non mantiene soltanto i denti puliti, ma riduce l’alitosi e protegge anche le gengive eliminando i batteri nocivi.

Considera l’uso di uno spazzolino elettrico, perché può aiutare a ridurre la gengivite e la placca più del normale spazzolino di setole. Sostituisci la testina dello spazzolino ogni 3-4 mesi o quando le setole iniziano a sfilacciarsi.

Usa un collutorio antibatterico

A cosa serve il collutorio?

Risciacquare la bocca con il collutorio non sostituisce lo spazzolino da denti o il filo interdentale! Usato insieme a spazzolino e filo ti dà un’ottima protezione contro i batteri che compromettono la salute delle gengive.

Attenzione: i bambini di età inferiore ai 6 anni non dovrebbero usare il collutorio.

Altri consigli per migliorare la salute delle gengive

Dedicarsi a buone abitudini quotidiane per avere una bocca sana non è sufficiente, né offre risultati efficaci se poi si segue uno stile di vita che ogni giorno mette a rischio la salute di denti e gengive.

Smetti di fumare. Ormai sappiamo tutti che il fumo nuoce alla salute, ma ha anche effetti negativi su quella del cavo orale, poiché, indebolendo il sistema immunitario, rende i fumatori più suscettibili alle malattie gengivali.

Con un sistema immunitario indebolito il corpo non riesce a combattere le infezioni gengivali e lo stesso processo di guarigione viene rallentato o perfino inibito. Inoltre i prodotti del tabacco (non solo sigarette e sigari, ma anche il tabacco da masticare) accelerano l’accumulo di placca e tartaro.

Evita o usa con moderazione l’alcol. Bere bevande alcoliche ogni giorno può comportare un aumento del rischio di malattie gengivali, ma anche cardiache.

Inoltre uno degli effetti del consumo di alcol è la colorazione dei denti, soprattutto nel caso di bevande come il vino rosso o la birra scura. I denti macchiati, oltre a essere antiestetici, presentano una superficie ruvida per un maggiore accumulo di placca, rendendone più difficile la rimozione.

Essendo l’alcol diuretico – aumenta la quantità di acqua e sale espulsi dal corpo sotto forma di urina – può anche provocare disidratazione e secchezza delle fauci, che impedisce alla bocca di mantenersi pulita in modo efficace, aumentando quindi il rischio di accumulo di placca, con la conseguente formazione di carie e irritazione delle gengive.

Limita i cibi zuccherati. I batteri divorano gli zuccheri presenti negli alimenti per produrre gli acidi che causano la carie.

Come si applicano le faccette dentali in ceramica?

Come si applicano le faccette dentali in ceramica?

Una delle soluzioni per migliorare sia la dentatura sia l’estetica del sorriso sono le faccette dentali in ceramica: sottilissimi gusci altamente resistenti applicati sulla superficie anteriore dei denti per correggerne alcune imperfezioni, come macchie e scheggiature, ma sono anche utili se hai denti scoloriti, disallineati, leggermente storti o conici. Inoltre possono essere utili anche per chiudere spazi antiestetici tra un dente e l’altro.

Alcuni pazienti si domandano se dopo il trattamento si notino le faccette dentali, se cioè vi siano evidenti differenze con i denti: assolutamente no, poiché le faccette in ceramica hanno l’aspetto dei denti naturali. La ceramica riflette infatti la luce come un dente vero.

In più le faccette hanno un altro vantaggio: la ceramica non si macchia né si usura come accade per i denti naturali. Test clinici hanno infatti dimostrato che l’aspetto delle faccette non è cambiato anni dopo la loro applicazione, seguendo la dovuta manutenzione, ossia le normali regole di igiene dentale.

Come si applicano le faccette dentali in ceramica?

Per prima cosa ti sarà richiesta una visita odontoiatrica: in questo primo consulto il dentista esaminerà i denti per assicurarsi che le faccette dentali siano adatte al tuo problema, se siano quindi sufficienti come trattamento odontoiatrico a risolverlo.

Per prima cosa bisogna inserire il mock up per fare una valutazione estetica e valutare la rimozione di uno strato se necessario.

Il passo successivo è la rimozione di una piccola quantità di smalto dai denti da ricoprire: il dentista deve cioè preparare i denti, quindi creare lo spazio, minimo, per poter poi applicare le faccette dentali, ma anche per irruvidire il dente e consentire un più forte legame con la faccetta.

È un’operazione che in genere non richiede l’anestesia locale, ma quest’ultima viene somministrata ai pazienti che soffrono della cosiddetta odontofobia, ossia una paura estrema del dentista e delle cure odontoiatriche.

Quindi il dentista prenderà le impronte dentali, sulle quali realizza un modello, che invierà al laboratorio odontotecnico per la produzione delle faccette dentali.

Quanto tempo occorre per avere le faccette dentali in ceramica?

I tempi per la realizzazione delle faccette dentali variano da paziente a paziente: dipende dal lavoro richiesto, dalla tipologia di problemi da risolvere, e soprattutto da quante faccette in ceramica occorre realizzare.

Di solito dovrai attendere dalle due alle quattro settimane. “Devo quindi restare quasi un mese con i denti in quelle condizioni?”.

No, infatti, per quel periodo, in attesa che il laboratorio consegni le faccette dentali in ceramica, ti applicheremo delle faccette provvisorie, che ti permettono non solo di mangiare senza problemi, ma al pari delle definitive sono del tutto simili ai denti naturali.

L’applicazione delle faccette in ceramica

Quando il laboratorio odontotecnico ha consegnato le faccette dentali – realizzate secondo il colore dei tuoi denti naturali, in modo che siano del tutto identiche ai denti non rivestiti dalle faccette – il dentista rimuoverà per prima cosa i rivestimenti temporanei, pulendo poi l’area.

A quel punto adatterà correttamente le faccette in ceramica sui denti, prima di cementarle, per verificarne la forma e il colore: qualsiasi piccolo errore dovrà quindi essere corretto.

Quindi il dentista applicherà un cemento sui denti, una sostanza densa simile a una pasta, quindi posizionerà le faccette e con uno speciale raggio di luce attiverà le sostanze chimiche presenti nel cemento, che lo faranno indurire rapidamente.

Infine, quando le faccette saranno perfettamente saldate ai denti, il dentista rimuoverà il cemento in eccesso, controllerà il morso – per evitare che vi siano differenze di altezza fra i denti – e se necessario apporterà delle modifiche. In poche parole non dovrai provare disagio mordendo.

Il procedimento per applicare le faccette dentali in ceramica è finalmente terminato! Come hai letto, non si tratta di una procedura complessa né dolorosa o fastidiosa per te.

Soprattutto durano molti anni, sono altamente resistenti e non ti limiteranno nella dieta.

Se noti dei difetti nella tua dentatura, non attendere oltre e contattaci per un consulto senza impegno.

Se vuoi una consulenza diagnostica compila il modulo di conttatto oppure chiama al Tel. 0883.53.20.55

 

Contact Form Demo

Si.. Ho bisogno di maggiori informazioni e vorrei essere ricontattato!

Lascio qui sotto i miei dati e recapiti per un primo contatto telefonico...

L’importanza delle visite dentistiche per i bambini

L’importanza delle visite dentistiche per i bambini

Conoscere quanto siano importanti le visite dentistiche per i bambini permetterà loro di avere una bocca sana per tutta la vita. Controlli tempestivi aiutano a prevenire la carie e a non peggiorare situazioni problematiche a denti e gengive.

Una carie non trattata può causare dolore e infezioni portando a disagi alla masticazione. Un bambino con denti sani mastica facilmente il cibo, impara a parlare chiaramente e sorride con sicurezza e senza imbarazzo.

La salute orale di tuo figlio è fondamentale quanto qualsiasi altro aspetto del suo sviluppo fisico. I denti sono destinati a durare tutta la vita, se sottoposti a una cura adeguata, a visite odontoiatriche periodiche e a una dieta equilibrata e salutare.

Le visite dentistiche precoci per i bambini possono influire sul loro benessere generale.

Dalla prevenzione della carie alle buone abitudini di igiene orale da seguire: fissare appuntamenti regolari con un dentista pediatrico o un dentista di famiglia deve diventare una delle priorità dei genitori.

Sai quando portare i tuoi figli dal dentista per la prima volta?

Il primo controllo della bocca avviene entro i 2 anni. Queste prime visite odontoiatriche consentono al dentista di:

  • valutare il rischio di carie nei bambini (anche i denti da latte si cariano!)
  • discutere con i genitori la corretta igiene orale e la migliore dieta da osservare
  • applicare fluoro per aiutare a prevenire la carie
  • scoprire immediatamente eventuali carie e fornire il trattamento adeguato, se necessario

Cosa aspettarti durante una visita dentistica pediatrica?

Secondo l’età, la visita odontoiatrica per i bambini può includere un esame completo di denti, mascelle, morso, gengive e tessuti orali per verificarne la crescita e lo sviluppo. Potrebbe anche essere utile una pulizia dei denti o la rimozione di placca, tartaro e macchie.

In genere la prima visita dal dentista è un appuntamento veloce in cui lo specialista effettuerà un breve esame per controllare lo stato di salute del cavo orale. Queste visite precoci per i bambini hanno l’obiettivo di identificare eventuali problemi di sviluppo ed educare i genitori.

Quali sono i vantaggi delle visite dentistiche per i bambini?

La scelta ideale è portare i tuoi bambini da un dentista pediatrico: c’è un ambiente adatto ad accoglierli, così da non farli spaventare, e un approccio che farà sentire i piccoli a loro agio.

Dopo la prima volta sarà tutto più facile per i bambini.

Le visite odontoiatriche regolari offrono una serie di vantaggi per i tuoi figli.

Alleviano la paura del dentista, creando familiarità con le cure dentistiche. I bambini vogliono sentirsi in pieno comfort e al sicuro in un ambiente nuovo, sconosciuto. Prenotando una visita odontoiatrica nei primi anni li aiuta ad abituarsi allo studio dentistico, ai suoni degli strumenti e agli odori dei prodotti. Nel nostro studio di Barletta le visite dentistiche diventano un’esperienza divertente.

Prevenzione dei problemi dentali. Come abbiamo accennato, anche i denti da latte, al pari dei permanenti, sono suscettibili alla carie. Soprattutto, una carie su un dente da latte non trattata può causare danni al dente permanente sottostante. Le cure odontoiatriche pediatriche precoci e regolari aiutano a prevenire la carie e le malattie alle gengive.

Rilevare e trattare le carie nei denti da latte è fondamentale, perché trascurarle può aggravare la situazione dentale in futuro.

Grazie alle visite dentistiche in tenera età aumentano le possibilità di individuare eventuali problematiche ai denti. I bambini potrebbero aver bisogno di otturazioni o possono avere una malocclusione (disallineamento dei denti): in questi casi prima si interviene e prima si riduce la portata e il costo di eventuali altri trattamenti ortodontici.

Sviluppare sane abitudini di igiene orale. Fin da piccoli è importante insegnare ai tuoi figli a seguire le buone abitudini di igiene orale. Il dentista può spiegare loro come usare lo spazzolino da denti e il filo interdentale, cos’è una carie, perché bisogna trattarla subito e come prevenirla.

Consigli per genitori. Non dimentichiamo che anche i genitori sono coinvolti nella salute orale dei loro figli. Le visite dentistiche per i bambini hanno anche lo scopo di fornirti preziosi consigli su come prenderti cura dei denti e delle gengive dei tuoi figli.

Abitua i tuoi figli alle visite dentistiche

Se andare dal dentista può far insorgere paura e tentennamenti negli adulti, queste sensazioni sono ancor più probabili per i bambini. Come genitore puoi prepararli alla prima visita odontoiatrica:

  • Porta i tuoi figli con te quando devi fare una visita di controllo, così che si rendano conto sia dell’ambiente, e prendano confidenza con lo studio, sia di come si svolgono visite e trattamenti.
  • Parla loro delle visite dentistiche regolari come una delle soluzioni per mantenerli in salute.
  • Se si porta il bambino quando ha dolore, il bambino assocerà sempre il dentista con il dolore.
Contact Form Demo

Si.. Ho bisogno di maggiori informazioni e vorrei essere ricontattato!

Lascio qui sotto i miei dati e recapiti per un primo contatto telefonico...

× Come possiamo aiutarti?