Conosci le faccette dentali in ceramica? Una faccetta dentale è un guscio molto sottile che si applica in modo permanente alla superficie anteriore del dente per migliorarne l’aspetto. Sono quindi parte dell’odontoiatria conservativa ed estetica e, in alcune situazioni, rappresentano un’ottima alternativa alle corone dentali.

Un dente rotto, irregolare, scheggiato, incrinato, deformato, macchiato, scolorito o anche più piccolo rispetto alla media rappresenta un problema estetico, che oggi possiamo risolvere.

In genere le faccette sono applicate ai 10 denti anteriori superiori, i più visibili quando si sorride.

Correggere le imperfezioni dentali con le faccette in ceramica

Quando un dente ha una carie, può essere curato con una semplice otturazione se la carie è superficiale, o con una devitalizzazione, se è troppo profonda. Denti mancanti possono essere sostituiti con gli impianti dentali.

La dentatura può essere migliorata grazie agli allineatori invisibili, che correggono i denti irregolari senza che si noti l’apparecchio, fino a diversi anni fa decisamente antiestetico.

Ma esistono anche altri problemi, che un tempo non potevano essere risolti e che oggi, grazie alle innovazioni in odontoiatria, trovano una soluzione:

  • Denti scheggiati, rotti o incrinati
  • Denti usurati
  • Denti disallineati o di forma irregolare
  • Scolorimento grave o colorazione irregolare che non può essere risolta con lo sbiancamento
  • Spazi tra i denti
  • Denti più piccoli della media
  • Denti consumati

L’elenco delle imperfezioni ai denti dimostra quanti problemi di natura estetica – ma non solo – oggi possiamo correggere grazie alle faccette dentali in ceramica.

Le faccette dentali in ceramica non sono soltanto una soluzione estetica

Abbiamo appena detto che le faccette in ceramica non risolvono unicamente i problemi estetici della dentatura. Vediamo perché.

Denti scheggiati, rotti o incrinati: lasciare i denti in queste condizioni può portare a ulteriori danni, poiché il dente è vulnerabile e diventa facile preda dei batteri, che ne peggiorano le condizioni.

Spazi tra i denti: possono causare problemi di masticazione e digestivi, alitosi o anche dolore e sanguinamento delle gengive.

Denti consumati: una mascella irregolare, o un morso non perfettamente allineato o il serramento e/o il digrignamento, con il tempo può portare all’attrito dei denti. Se i denti usurati non vengono trattati, possono causare disagio alle articolazioni della mandibola.

Denti più piccoli della media: possono non adattarsi e creare problemi a una corretta masticazione, che a sua volta può causare un’usura eccessiva dei denti.

Quando si possono applicare le faccette in ceramica?

Molti pazienti chiedono se le faccette dentali possano sempre essere applicate. In realtà no.

Prima di applicare le faccette, dobbiamo accertarci che i denti siano in buone condizioni di salute, che non vi siano carie, per esempio, né una malattia parodontale né bruxismo. In generale i pazienti dovranno avere una buona salute orale.

È anche fondamentale che vi sia molto smalto sui denti, perché una minima parte di esso va eliminata per fare spazio alle faccette e sullo smalto c’è la miglior adesione.

Come si applicano le faccette dentali in ceramica?

Prima di tutto il dentista prenderà con lo scanner intraorale l’impronta digitale dei denti, da inviare al laboratorio odontotecnico per far realizzare le faccette in ceramica. In genere dalla scansione dentale alla realizzazione delle faccette possono trascorrere da una a due settimane.

Successivamente il dentista preparerà i denti, rimuovendone una piccola quantità di smalto dalla superficie. È un’operazione necessaria sia per creare lo spazio sufficiente per le faccette dentali sia per rendere leggermente ruvido lo smalto per facilitare l’adesione della faccetta al dente.

Il paziente uscirà dallo studio con i denti provvisori. Successivamente verrà eseguita l’impronta di precisione.

A questo punto il dentista usa l’adesivo per legare le faccette ai denti e la luce a led per incollaggio della faccetta. Il tempo per l’applicazione delle faccette dentali in ceramica richiede in genere al massimo 2 ore, ma il tempo dipende dal numero di faccette da applicare.

Quando il laboratorio avrà realizzato le faccette dentali, prima della loro applicazione si dovrà procedere con la pulizia dei denti e uno sbiancamento: questo impedirà ai batteri di rimanere intrappolati sotto l’impiallacciatura e causare carie.

Quanto durano le faccette dentali?

Un’altra domanda posta da molti pazienti riguarda la durata delle faccette dentali in ceramica.

In genere le faccette  durano almeno 10 anni (e in alcuni casi possono durare fino a 20). la durata, comunque, dipende anche dalla cura che i pazienti avranno dei denti in generale e delle faccette in particolare.

Ci sono anche delle precauzioni consigliate per aumentare la durata delle faccette dentali in ceramica e mantenerle in buone condizioni:

  • Non masticare oggetti duri come penne, ghiaccio o unghie.
  • Non usare mai i denti per aprire confezioni.
  • Non masticare con i denti anteriori.
  • Se di notte soffri di bruxismo o serramento, chiedi al dentista di realizzarti un bite per proteggere denti e faccette.
  • Se pratichi sport violenti, indossa un paradenti.

Pensi di aver bisogno di una o più faccette dentali? Chiedi un appuntamento presso il nostro studio e valuteremo la possibilità di applicare le faccette, illustrandoti casi già trattati.

 

Contact Form Demo

Si.. Ho bisogno di maggiori informazioni e vorrei essere ricontattato!

Lascio qui sotto i miei dati e recapiti per un primo contatto telefonico...

× Come possiamo aiutarti?